Progetto SIC II (Safer Internet Centre) – Generazioni Connesse all’I.C. Via Dal Verme Roma

logo_generazioniconnesse

Il Progetto SIC II (Safer Internet Centre) – Generazioni Connesse patrocinato dal MIUR, dalla Polizia di Stato, da Save The Children, da Telefono Azzurro, dal Comitato Difesa del Cittadino, da EDI, da Skuola.net, dall’Università degli Studi di Firenze, dall’Università degli Studi La Sapienza di Roma e dall’Autorità Garante per l’Infanzia e l’adolescenza, e co-finanziato dalla Commissione Europea, appena concluso ha ottenuto ottimi risultati grazie alle attività realizzate dai gruppi di lavoro: la campagna social ha raggiunto 5.337.000 persone con i post e i video condivisi tramite i social media, 200.000 contenuti editoriali sono stati letti su Skuola.net, i concorsi per studenti hanno coinvolto 359 scuole per un totale di 13.712 ragazzi e 523 insegnanti, i kit informativi per le scuole hanno raggiunto  5 milioni di studenti e circa 8.000 studenti sono stati coinvolti nel Tour “Una vita da Social”.
L’I.C. Via Dal Verme di Roma ha partecipato a pieno titolo a questo progetto con la partecipazione attiva di 11 classi  1A – 1B – 1D – 1E – 2A – 2B – 2D – 2F – 3A – 3B – 3D  e di 7 docenti, della Scuola secondaria di I grado, che hanno avviato in classe unità d’apprendimento mirate.
Il Progetto ha consentito ai nostri studenti, docenti e genitori di:
  • riflettere sull’approccio alle tematiche legate alla sicurezza online e all’integrazione delle tecnologie digitali nella didattica, identificando, sulla base dei punti di forza e degli ambiti di miglioramento emersi nel percorso, le misure da adottare per raggiungere tale miglioramento;
  • usufruire di strumenti, materiali e incontri di formazione, per la realizzazione di un progetto personalizzato della nostra Scuola, tramite un percorso guidato (Piano di Azione);
  • dotare il nostro Istituto di una Policy di e-safety, costruita in modo partecipato coinvolgendo l’intera Comunità Scolastica, basata sulla nostra realtà e sul Piano di Azione ipotizzato.
Il progetto SIC II generazioni Connesse, coordinato dalla Prof,.ssa Maria Rosa Mazzola, oltre che positivi risultati didattici nelle classi, ha prodotto la partecipazione di 214 studenti della scuola secondaria di I grado, regolarmente autorizzati dai genitori, ai due monitoraggi online di Generazioni Connesse nei mesi di gennaio e maggio 2016, alla realizzazione dell’evento 1° Ciberbullismo Day del 31 marzo 2016, con la partecipazione del Dott. Giovanni Salerno, psicologo di Telefono Azzurro e della Dott.ssa Maura Falocco, psicologa di Comitato Difesa del Cittadino che hanno incontrato, nel corso della giornata, prima gli studenti, poi i docenti alla fine dell’orario scolastico e infine i genitori dalle 17,30 in poi.
Il Progetto SIC II generazioni Connesse, dopo l’iniziale profilatura della Scuola, nel mese di giugno 2015, ha previsto la redazione e la condivisione di un Action Plain d’Istituto nel mese di settembre 2016, concertato con Generazioni Connesse e di una Policy di e-safety condivisa per l’applicazione nel prossimo anno scolastico e di un Questionario Scuola finale, nel mese di maggio 2016.
Sono stati costanti e proficui i rapporti con il team di Generazioni Connesse: Dott. ssa B. E. Palladino, B. Greco, M. Bodo, N. Lupi, G. Salerno e M. Falocco che cogliamo l’occasione, in questa sede, di ringraziare a nome della D.S. Prof.ssa Loredana Termite, della scrivente coordinatrice, dei docenti, degli studenti e delle famiglie, con l’auspicio di poter continuare il processo avviato anche in futuro.
Dal mese di luglio 2016 Generazioni Connesse riparte con il SIC III. Sensibilizzazione, assistenza, formazione e comunicazione alcune delle parole chiave del nuovo progetto, i cui obiettivi saranno: rendere Internet un ambiente più sicuro per bambini e ragazzi, rendendolo più adatto alle loro esigenze, stimolare i giovani all’uso delle nuove tecnologie nella vita personale, sociale, scolastica e professionale, aumentare la loro capacità di trarre vantaggio dalle opportunità o­fferte dalle ICT ed incoraggiarli ad un utilizzo responsabile.
La campagna di sensibilizzazione prevede un più ampio coinvolgimento delle scuole nel processo di autovalutazione per la costruzione di una e-policy e per l’adozione di regolamenti interni volti a prevenire e gestire situazioni problematiche, come il bullismo e il cyberbullismo. Verrà creata una piattaforma e-learning apposita per supportare le scuole in questa fase e per offrire loro un percorso formativo online completo sul tema della sicurezza in rete.
A sostegno della campagna di comunicazione verranno coinvolti diversi canali media (televisioni, stampa, social, web) e verrà promossa una redazione giornalistica per dare voce ai giovani e alle loro esperienze sull’uso del Web.
Con il nuovo progetto verranno potenziate le linee di Helpline per ascolto e assistenza a giovani e adulti in difficoltà e di Hotline per segnalazioni e monitoraggio delle Rete.
Fondamentale sarà il ruolo della cooperazione europea e nazionale, per favorire e promuovere le attività proposte per la creazione di politiche in favore di un web migliore.
Noi, Istituto Comprensivo “Via Dal Verme”, condividiamo la linea suggerita dal Progetto e ci auguriamo di continuare l’azione svolta fino ad oggi.
Autori: Maria Rosa Mazzola e Safer Internet Centre Italy

IMG_20160523_104408 IMG_20160523_104414 IMG_20160523_104437 IMG_20160523_104445

****************

E-Safety Policy I.C. Via Dal Verme Roma

A. S. 2016-17

Gestione dell’infrastruttura e della strumentazione ICT della scuola.
  1. Monitorare periodicamente il funzionamento della rete.
  2. Monitorare il tipo di utilizzo di internet, da parte degli studenti.
  3. Differenziare l’accesso ad internet, per studenti e docenti.
  4. Dotare la scuola di filtri di sicurezza per la navigazione di internet.
  5. Definire un piano di finanziamento per l’acquisizione/manutenzione della dotazione tecnica della Scuola (LIM, Computer, Videoproiettore, Portatili, Tablet, …) e per l’aggiornamento dei software.
 
Formazione e Curricolo
  1. Analizzare il fabbisogno formativo del corpo docente sull’utilizzo e l’integrazione delle TIC nella didattica e sull’utilizzo consapevole e sicuro di Internet e delle tecnologie digitali.
  2. Promuovere la partecipazione del corpo docente a corsi di formazione sull’utilizzo e l’integrazione delle TIC nella didattica e sull’utilizzo consapevole e sicuro di Internet e delle tecnologie digitali.
  3. Organizzare incontri con esperti.
  4. Mettere a disposizione, del corpo docente, l’opportunità di partecipare a corsi gratuiti in modalità e-learning.
  5. Creare, all’interno della Scuola, dei Manuali e Guide per la didattica con le TIC e Guide sull’utilizzo consapevole e sicuro di internet e delle tecnologie digitali.
  6. Coinvolgere gli studenti nell’elaborazione dei contenuti per le pubblicazioni scolastiche (comunicazioni, giornalismo, testi, sito web della scuola…).
  7. Ideare, pianificare e realizzare progetti di peer-education – sui temi della sicurezza online – nella scuola.
  8. Coinvolgere gli studenti nella realizzazione di eventi per i genitori.
  9. Organizzare laboratori di educazione socio-affettiva rivolti agli studenti.
  10. Organizzare uno o più incontri di sensibilizzazione e formazione ad un utilizzo sicuro e consapevole di Internet e delle tecnologie digitali anche con il coinvolgimento di esperti, rivolti agli studenti.
  11. Promuovere incontri e laboratori dedicati alla Cittadinanza Digitale.
Strumentazione personale
  1. Dotazione da parte della scuola di una Policy di e-safety, per disciplinare l’utilizzo delle TIC all’interno della scuola stessa e degli strumenti personali degli studenti (es. la dotazione di filtri, acquisto di armadietti per la custodia dei cellulari).
Prevenzione, rilevazione e gestione dei casi
  1. Costituire un gruppo di lavoro interno, costituto da docenti, per la definizione della Policy di e-safety con l’incarico di ideare, coordinare, promuovere e monitorare le iniziative su diversi temi, quali: rispetto della diversità, inclusione, educazione all’affettività, educazione alla cittadinanza, organizzare eventi, monitorare e valutare l’e- Safety Policy.
  2. Coinvolgere attivamente i genitori, gli studenti e il personale della scuola nell’ideazione, nella pianificazione e nella realizzazione di eventi sui temi della diversità e dell’inclusione e della sicurezza rivolti a tutta la comunità scolastica e organizzare uno o più eventi/attività volte a incrementarne la partecipazione e lo scambio.
  3. Attivare uno sportello di ascolto e promuovere, coinvolgendo tutto il personale della scuola, l’utilizzo dello sportello, monitorarne e valutarne le attività.
  4. Organizzare assemblee con gli studenti dedicate ai temi su cui si evidenzia la necessità di regolamentare azioni e comportamenti, prevedendo momenti strutturati e formali per la consultazione degli studenti.
  5. Prevedere momenti strutturati e formali per la comunicazione e la condivisione di un documento che includa le regole e i comportamenti utili ad una migliore vita scolastica (accoglienza, inclusione, rispetto dell’altro/a, convivenza, …).
  6. Identificare e attivare una procedura per la rilevazione delle problematiche derivanti da un uso non consapevole di internet e delle tecnologie digitali da parte degli studenti (ad es, Cyberbullimo, Sexting, Violazione della Privacy, Adescamento Online, ecc.) e identificare strumenti per la raccolta anonima e non anonima delle segnalazioni.
  7. Individuare una o più figure incaricate di raccogliere e analizzare i casi rilevati, di identificare le iniziative da attivare all’interno della struttura scolastica e di valutare la loro rilevanza ed efficacia.
  8. Organizzare un sistema di raccolta delle questioni considerate rilevanti – e di cui la scuola dovrebbe occuparsi – dagli studenti.
  9. Definire e adottare un sistema di procedure interne per la segnalazione dei casi di abuso o di altre problematiche associate all’utilizzo di internet e delle tecnologie digitali, alla Dirigenza Scolastica.
  10. Definire e adottare un sistema di procedure utili ad identificare e segnalare i casi alle autorità competenti e procedure utili ad informare le famiglie dei ragazzi/e coinvolti/e.
  11. Collaborare con altre agenzie/istituzioni del territorio per la prevenzione e la gestione dei casi rilevati.
 Prof.ssa Maria Rosa Mazzola
F.S. PTOF e Autovalutazione d’Istituto
Referente Progetto Generazioni Connesse
                                                                                                          Il Dirigente Scolastico
                                                                                                         Prof.ssa Loredana Termite

Attestato all’I.C. “Via Dal Verme” Roma

per l’esito positivo della partecipazione al progetto Generazioni Connesse (SIC ITALY II) e attestato di riconoscimento della qualifica di “Scuola virtuosa” sui temi relativi all’uso sicuro e positivo delle tecnologie digitali, utile ai fini della descrizione del proprio curriculo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Chi siamo, Cl@sse 2.0 2009-16, Classi prime, Classi seconde, Classi terze, Dicono di noi..., Progetti, Tecnologie e didattica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...